La pulizia degli armadi…

La pulizia degli armadi…

E’ dalla vita quotidiana che si prendono gli spunti per le nostre quattro chiacchiere ed anche per le riflessioni più profonde…ed un trasloco è cosa che prima o poi capita a tutti…quale occasione migliore per riflettere e fare una grande pulizia degli armadi?

 

E’ difficilissimo decidere di eliminare le cose superflue a cui ci attacchiamo nella vita e quasi patologicamente non ce ne separiamo, se non con sensi di colpa e con la paura di strappare da noi stessi ricordi importanti…Una scatola piena di lettere di quando ancora non esistevano le mail, lettere di persone dimenticate se non recuperate grazie a facebook ora come ora, un’altra scatola con una raccolta di cartoline da tutto il mondo, per non parlare della scatola con una cinquantina di jeans strappati, stretti, a zampa, a vita alta, con strass o disegni che hanno camminato con le nostre gambe per le varie epoche, e la scatola di cose da portare dalla sarta? e quintali di lana che potrebbero scaldarci ancora per quando non esisterà il riscaldamento? e la collezione di Topolino?e i vestitini dei tuoi bimbi, le prime scarpette, bambole e orsacchiotti? libri consumati da solitarie letture…per fortuna le cose rotte sono sempre state eliminate e non incollate! Come dice Valentina ” i ricordi rimangono nel cuore” ed allora il momento diventa simbolico per fare anche una pulizia del proprio “armadio interiore”. E’ ciò che effettivamente si fa con l’esperienza DIVI…

Molto spesso ci creiamo delle àncore dalle quali è difficile staccarsi: pregiudizi, etichette, rancori, affetti, legami relativi alla paura in senso assoluto. Paura dell’abbandono, paura della solitudine, paura del cambiamento. Sono come una casa, un tetto sicuro…ma che a lungo andare, schiaccia! Pensiamo che nulla è eterno ed in qualsiasi momento possiamo perdere tutto…anche quei “mattoni”, mentre quello che non perdiamo siamo noi stessi…se abbiamo fatto questa pulizia interiore che passa attraverso il senso dell’Amore e del Perdono, giusto per non-solo sopravvivere! Non parliamo di religiosità, ma di senso di pace con se stessi, di armonia raggiunta per proiettarsi nel futuro. Parliamo di essere consapevoli e liberi! Di questi tempi tutti possono criticare questo, dicendo “eh facile dire con i guai che ci sono..”eppure dobbiamo continuare ad essere positivi sempre e predisposti al cambiamento. Bisogna fare in modo che le esperienze del passato, servano per vivere in modo migliore, per creare nuove occasioni, servano come basi su cui riordinare i nostri pensieri, togliere le cattive emozioni che abbiamo incastrato e fatto impolverare dietro ai cassetti dell’armadio addirittura! Tutto ciò che ci frena, che ci soffoca, che è negativo, o che riteniamo ingiustamente positivo solo per paura, quasi in un gioco oscuro di vittima e carnefice, come fossimo schiavi del nostro stesso passato…tutto ciò, blocca la nostra evoluzione, blocca nuovi flussi di energia, blocca un nuovo pensiero.

Apriamo e puliamo il nostro armadio, puliamo la nostra casa interiore per vivere con nuova forza.



facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail